CARRAMBA CHE RITORNO !!!

La Raffa Nazionale torna sul piccolo schermo, con un format nuovo che appassionerà ogni generazione di utenti
Siamo cresciuti sperando che la TV sarebbe rimasta la stessa, quella bella che da piccoli
guardavamo con i nostri genitori il sabato sera o la domenica pomeriggio. Siamo degli inguaribili
romantici che non sopportano i reality e neppure i “talent all’italiana”, perché sono poco originali,
ormai visti e stravisti. Poi c’è il trash ( termine che avremmo voluto associare solo a certe canzoni
anni 80’ ) che è divenuto il punto di forza di molti format; più sono trash, più vengono visti e
purtroppo molto seguiti. Mi dispiace doverlo dire, ma siamo noi ad essere l’eccezione. Non so voi,
ma io mi sono stancata di “guardare” le solite persone ( più o meno meritevoli di nota )
rimescolare gare canore o quiz, per cercare di aggiudicarsi un po’ di audience per la durata di
qualche puntata.
Ebbene, vi starete chiedendo se abbiamo già visto tutto in questa stagione televisiva, forse no.
Vi voglio dare un piccolo barlume di speranza e un buon motivo per sintonizzarvi su un canale TV
piuttosto che scaricarsi un bel film da internet. Tra poco più di una settimana, potremmo essere
molto incuriositi dal ritorno sul piccolo schermo della grandissima Raffa Nazionale, che non ha
bisogno di presentazioni, perchè è la regina indiscussa della nostra televisione. Un’icona degli anni
d’oro della nostra Italia, che il sabato sera non poteva fare a meno di guardare i suoi show; per me
che allora ero una bambina, era troppo brava e perfetta tanto da sembrare quasi finta. La Carrà
torna alla grande ( anche se non ne è mai stata veramente lontana ) dopo quattro anni di assenza.
Un’assenza lunga ma non importante, per lei che nel 1970 ha rivoluzionato il costume del nostro
paese, scoprendosi l’ombelico durante la sigla di Canzonissima. Lei che, nel mondo dello
spettacolo si è fatta la fama di “Signora del no” come i tre no detti al direttore di Raitre Stefano
Coletta, prima di accettare il quarto programma che le aveva proposto.
Sì perché la Carrà di stare davanti alla telecamera non ne ha mai fatto una malattia ed anzi è
convinta che per fare bene la TV bisogna rinnovarsi e vederla anche da fuori e per farlo devi
necessariamente “uscire un po’ di scena”. Per questo, credo si possa definire un’artista con la A
maiuscola, completa e mai sopra le righe; di quelle che il pubblico di oggi si sogna e ancora stima,
così ambiziosa, autoironica e mai banale. Una donna che è riuscita a fare della classe e della
bravura il suo baluardo, talmente unica, che di lei in tanti anni di carriera si è riusciti ad imitare
solo la fragorosa risata ( e non è cosa da poco se pensiamo a tante sue colleghe ).
L’appuntamento con la Raffa nazionale è per il 4 aprile su Raitre in prima serata, con un format
tutto nuovo ispirato allo spagnolo “Mi casa es la toya”, che in italiano prenderà il titolo “A
raccontare comincia tu”. Sarà proprio la conduttrice a spostarsi in giro per l’Italia per incontrare i
grandi protagonisti del nostro tempo; del mondo dello spettacolo, della cultura, del cinema, dello
sport sui quali ancora non si sa molto. Il tutto in un clima intimo e confidenziale, insomma in totale
libertà. Se sperate possa esserci qualche momento di show in stile Carrà, probabilmente rimarrete
delusi, ma sono certa che per la prima puntata, che vede come protagonista l’istrionico collega
Fiorello, ne vedremo davvero delle belle.

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *